mercoledì 4 febbraio 2009

Silvia Cossetta, Tragedie

Oreste

Medea

Lico

Giocastra

Edipo

Deianiera

Clitemnestra

Antigone ed Emone


SILVIA COSSETTA, TRAGEDIE

"E’ un lungo sentiero quello imboccato da Edipo, Medea e Oreste che trascina i personaggi in violenze ed inganni: oggi come ieri la stessa sete di potere, la stessa fredda determinazione, la stessa disperazione... La luce scava nelle pieghe dell’anima, cerca un perché alla sofferenza, non si placa e non mitiga i contorni, appare come un bagliore sordo di speranza che illumina un vuoto".


4 commenti:

elisabettabucciarelli ha detto...

molto beconiani...
Liz

elisabettabucciarelli ha detto...

Sir Francis Bacon... mi viene in mente lui ;o) sì. Una bella cosa ovviamente!
Liz

akio ha detto...

l'hai preso il libro di mariano! è un volumetto da tenere a portata di mano. ciao e buon inizio di settimana

SenzaUnaDestinazione ha detto...

Si, avevo solo il primo. Non poteva esserci questa lacuna nella mia biblioteca! Hai visto i video su Femmina? Buona sett anche a te Akio